Progetto Leo, sviluppo territoriale basato sulla forza dei piccoli Comuni

English

Durante la primavera del 2014 ho collaborato con la Società Internazionale di Biourbanistica per sviluppare la proposta dettagliata del Progetto Leo, che venne anche ammesso a partecipare al premio Edison Start 2014.

Il Progetto Leo, purtroppo non ancora partito per cause indipendenti dalla nostra volontà, prevedeva, lavorando su e con il Comune di Carpineto Romano:

  • la generazione di un nuovo modello di sviluppo territoriale, basato su principi biourbanistici e sulla forza dei piccoli comuni
  • miglioramento della resilienza sociale ed economica, e conseguentemente della qualità della vita, dei piccoli centri
  • sviluppo sistemico dell’economia di Carpineto Romano attraverso varie forme di partecipazione
  • coinvolgendo soprattutto artigiani e giovani con competenze tecniche e/o capacità creative, ma con particolare interesse a quelle fasce di popolazione definite “deboli”

Il mio contributo è consistito nel definire come realizzare le varie forme di partecipazione e accrescere le competenze tecniche locali, tramite tecnologie digitali aperte, con lo stesso approccio già presentato l’anno precedente a Segni.